Neutrofili meccanismo di crescita di alcuni tipi di tumore

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Neutrofili meccanismo di crescita di alcuni tipi di tumore

Uno studio, pubblicato sulla rivista The Journal of Experimental Medicine, condotto da alcuni ricercatori del San Raffaele di Milano ha identificato il meccanismo attraverso cui i tumori attraggono a sé i neutrofili, rendendoli partecipi del meccanismo di crescita di alcuni tipi di tumore. I neutrofili perderebbero così il loro compito difensivo e si attivano per favorire la crescita e la diffusione incontrollata del tumore; i metaboliti del colesterolo che vengono prodotti dalle cellule tumorali attraggono i neutrofili e li stimolano, dunque i metaboliti del colesterolo svolgono un tipo di attività pro-tumorale alimentando le cellule tumorali così il tumore trova la possibilità di crescere indisturbato. Inoltre lo studio, guidato dal dottor Vincenzo Russo, responsabile dell’Unità di Terapia genica dei tumori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele con il contributo dei ricercatori dell’Università di Milano, di Pisa, di Brescia, del Karolinska Institute di Stoccolma, di Harvard e Molmed, ha avuto modo di rilevare un tipo di azione inibitoria nei confronti di tale meccanismo attivata da una classe di molecole capace di contrastare l’ingresso dei neutrofili nel tumore e arrivando a rallentare ed arrestare la crescita tumorale. Lo studio condotto sui murini ha permetto di verificare che questa classe di molecole è in grado di legarsi ai recettori dei metaboliti del colesterolo ostacolando l’entrata dei neutrofili nel microambiente tumorale, ne consegue un rallentamento della crescita tumorale. Per approfondimenti: http://www.lescienze.it/lanci/2013/07/30/news/irccs_san_raffaele_il_doppio_ruolo_dei_neutrofili_difensori_del_nostro_organismo_e_benzina_per_i_tumori-1761388/.

Nuovi orizzonti di ricerca

Neutrofili meccanismo di crescita di alcuni tipi di tumore

Neutrofili meccanismo di crescita di alcuni tipi di tumore

Per contrastare la crescita tumorale è stata testata una terapia farmacologica a livello murino per alcuni tipi di tumore (linfomi,  tumori polmonari, mesoteliomi) e dai dati raccolti è emerso che i farmaci si vanno a legare ai recettori dei metaboliti creando una sorta di tappo che blocca il transito dei globili bianchi nel tumore, si arresta così la crescita delle cellule tumorale. Questo studio ha orientato la ricerca verso nuovi scenari di indagine volti a comprendere meglio i meccanismi biologici che favoriscono la crescita tumorale e di poter poi intervenire con terapie antitumorali specifiche, con particolare attenzione nei confronti dello sviluppo di innovative strategie cliniche di immunoterapia attiva.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.