Neutrofili bassi: le principali cause della neutropenia

Comment

Neutrofili bassi
Pubblicità

Neutrofili bassi cause

I neutrofili sono il gruppo di leucociti più numeroso presente nel circolo sanguigno, il cui compito principale è quello di svolgere un’azione fagica che consiste nell’inglobare ed in seguito espellere dall’organismo batteri, virus e cellule degradate. Dall’esame del sangue evidenziate dall’emocromo sono considerati come valori di riferimento normali quelli che indicano un livello pari al 40-75% rispetto al totale dei leucociti che in media prevede un conteggio compreso tra le 1.500 e 7.000 unità per mm3, quando si riscontrano dei valori di neutrofili bassi nel sangue si parla di neutropenia (o leucopenia o granulo citopenia), una condizione che deve essere indagata adeguatamente per poter risalire alla vera eziologia che determina l’anomalia. Anche se comunemente si usano come sinonimi, i termini neutropenia, leucopenia e granulocitopenia hanno delle accezioni specifiche ed infatti con il termine leucopenia si fa riferimento ad un calo dei globuli bianchi da ricondurre anche ad una riduzione dei livelli di altri tipi di leucociti, la riduzione dei neutrofili si associa spesso a quello dei linfociti; invece si parla di granulocitopenia facendo riferimento ad un deficit di granulociti, in questa classe sono compresi non solo i neutrofili ma anche gli eosinofili ed i basofili.

Le possibili eziologie

neutrofili bassi

neutrofili bassi

I neutrofili bassi possono essere dovuti a fattori di diversa natura quali: influenza, morbillo, rosolia, salmonellosi, mononucleosi, cirrosi epatica, epatiti croniche, parotite, lupus eritematoso, anemie, agranulocitosi, terapia radiante, terapia antiblastica, intossicazione da piombo, intossicazione da benzolo. In genere se si evidenziano dalle analisi del sangue dei valori bassi di neutrofili allora la condizione di neutropenia è da ascrivere fondamentalmente a due tipologie di problemi: ossia alla ridotta o alterata sintesi di questo gruppo di globuli bianchi a livello del midollo osseo, oppure ad un eccessivo processo di degenerazione di questo gruppo di leucociti. La principali conseguenza del ridotto livello dei neutrofili è rappresentato dal calo delle stesse difese immunitarie dell’organismo che essendo privo di valide difese si trova ad essere maggiormente esposto ad essere aggredito da patogeni, germi e virus che veicolano diverse infezioni e condizioni patologiche anche gravi.  in particolare a quelle batteriche. Altre notizie si trovano su Neutrofili alti: da cosa dipende la neutrofilia.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.