Eritropoietina compito dell’ormone glicoproteico

Comment

Altri articoli Neutrofili bassi
Pubblicità

Eritropoietina compito dell’ormone glicoproteico

Quando il contenuto di ossigeno nei tessuti del corpo è basso o quando il numero dei globuli rossi diminuisce, i reni producono un ormone che stimola il midollo osseo a produrre più globuli rossi, si tratta dell’eritropoietina (EPO). Questo ormone glicoproteico ha dunque il compito di regolare la produzione di globuli rossi dopo la sua sintesi che ha sede principalmente nelle cellule del rene, solo una piccola quota viene prodotta da parte dal fegato. Dopo il suo ingresso in circolo, l’eritropoietina interagisce con i recettori Epor presenti nel midollo osseo: attraverso il legame tra eritropoietina e recettore si attivano alcuni processi che regolano la formazione di nuovi globuli rossi. Dal momento che la sintesi di EPO viene regolata dalla presenza di ossigeno nei tessuti ed in seconda battuta dalla sua concentrazione nel siero, nel caso in cui i tessuti non ricevono abbastanza ossigeno i reni aumentano la secrezione di eritropoiteina e viceversa; tra gli ormoni che si mobilitano per favorire questo processo di sintesi ci sono anche il testosterone e gli ormoni tiroidei. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: https://www.my-personaltrainer.it/eritropoietina-epo.html.

Eritropoietina prodotta in laboratorio

eritropoietina

eritropoietina

Attraverso un recente metodo è possibile ottenere in laboratorio la sintesi di EPO grazie alla cosiddetta tecnica del DNA ricombinante con cui è possibile ricavare un gene specifico dal DNA di una cellula e di immetterlo di nuovo in un’altra cellula, la quale potrà sintetizzare a sua volta grandi quantità della sostanza codificata dal gene. Con la tecnica del DNA ricombinante si ottiene un’eritropoietina di sintesi, in campo medico si utilizza questa sostanza per curare alcune forme di anemia. Si deve fare una distinzione tra eritropoietina endogena e quella prodotta in laboratorio: nel corpo in maniera fisiologica i globuli rossi vanno incontro ad un lungo processo di divisione e differenziamento cellulare, gioca quindi un ruolo centrale la funzione dell’eritropoietina che guida questi passaggi selezionando e facendo maturare le cellule funzionali; invece l’eritropoietina prodotta in laboratorio non è in grado di regolare tutti questi passaggi. Dopo la somministrazione di EPO è necessario operare la sintesi delle cellule imperfette che vengono introdotte nel circolo ematico, il soggetto risulta così esposto ad un maggior rischio di patologie ematiche e formazioni tumorali.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.