• Pubblicità
  • Fase blastica leucemia mieloide cronica

    Pubblicità Fase blastica leucemia mieloide cronica Il progressivo peggioramento delle condizioni cliniche del paziente colpito da leucemia mieloide cronica si articola in tre fasi: fase cronica (momento della diagnosi per il 90% dei pazienti), fase accelerata, fase blastica. La LMC è una neoplasia maligna da imputare alla presenza di un’alterazione acquisita della cellula staminale totipotente […]
    Continua..
  • Disordini dell’emopoiesi: trombocitemia essenziale

    Disordini dell’emopoiesi: trombocitemia essenziale Nel gruppo patologico dei disordini dell’emopoiesi, viene elencata anche la trombocitemia essenziale una condizione anomala che coinvolge la produzione delle cellule e dei corpuscoli del sangue, come conseguenza diretta dell’alterazione dei meccanismi di crescita e maturazione della cellula staminale emopoietica, in tal caso il difetto interessa le piastrine. Più precisamente il […]
    Continua..
  • Influenza dell’invecchiamento sul sistema immunitario: immunosenescenza

    Influenza dell’invecchiamento sul sistema immunitario: immunosenescenza Nel corso della vita si registra una rilevante influenza dell’invecchiamento sul sistema immunitario, ed infatti nei soggetti anziani le naturali difese perdono efficacia, e sono più inclini a sviluppare delle patologie autoimmuni. Con il passare dei decenni, il sistema immunitario è meno capace di distinguere tra self e non-self […]
    Continua..
  • Neoplasie mieloproliferative: mielofibrosi

    Neoplasie mieloproliferative: mielofibrosi Nella lista delle neoplasie mieloproliferative, viene classificata anche la mielofibrosi si manifesta con la comparsa di diversi sintomi, aspecifici rendono spesso difficile formulare il corretto inquadramento diagnostico della malattia. Questa rara patologia cronica di natura tumorale colpisce le cellule staminali ematopoietiche del midollo osseo, da cui si generano i globuli rossi, i […]
    Continua..
  • Casi di reazione leucemoide

    Casi di reazione leucemoide Si definisce reazione leucemoide una condizione di leucocitosi granulocitica dai valori significativi con conta dei globuli bianchi superiore a 30 000/μL (di solito > 20000, ma generalmente <100000/mmc), inoltre si evidenzia la presenza in circolo di alcune cellule immature come mielociti e metamielociti. Questo innalzamento è prodotto dal midollo osseo di […]
    Continua..
  • Aplasia midollare: sintomi e terapie

    Aplasia midollare: sintomi e terapie Una forma di anemia come l’aplasia midollare, nota anche con il termine di anemia aplastica, causa nei pazienti un quadro sintomatologico caratterizzato da anemia, trombocitopenia (petecchie, emorragie) o leucopenia che espongono il soggetto al rischio di sviluppare frequenti infezioni di lieve entità oppure gravi. Questo tipo di anemia normocitica normocromica […]
    Continua..
  • Deficit di transcobalamina II: alterazioni neutrofili

    Deficit di transcobalamina II: alterazioni neutrofili Possono determinare delle alterazioni quantitative dei granulociti neutrofili, con ridotta produzione di questo gruppo di globuli bianchi, diverse condizioni patologiche come il deficit di transcobalamina II, un difetto nel trasporto della cobalamina, con esordio nei primi mesi di vita. La transcobalamina II è una proteina che lega la vitamina […]
    Continua..
  • Neutrofili movimento ameboide

    Neutrofili movimento ameboide Gli elementi cellulari isolati come i neutrofili sono dotati di movimento ameboide, una qualità che li porta a subire cambiamenti di forma per emissioni e retrazioni di prolungamenti (pseudopodi), questa attività spinge i macrofagi ad essere attratti da fattori chemotattici nel sito di infiammazione. Si tratta nello specifico del cosiddetto  movimento ameboide, […]
    Continua..
  • Sindrome da iperviscosità di cosa si tratta

    Sindrome da iperviscosità di cosa si tratta Un’emergenza medica come la sindrome da iperviscosità è una condizione molto rara che determina nei soggetti affetti da leucemia dei livelli alti di neutrofili immaturi con una conta superiore a 100.000 cellule per microlitro di sangue, da cui dipende un processo di addensamento del sangue. Per misurare la […]
    Continua..
  • Difetti a carico delle cellule fagocitarie

    Difetti a carico delle cellule fagocitarie Tra i diversi tipi di difetti a carico delle cellule fagocitarie (granulociti neutrofili, monociti e macrofagi) ci sono delle anomalie che interessano la capacità di raggiungere il focus infettivo caratterizzando il processo di chemiotassi, alcune alterazioni riguardano la fase della fagocitosi, si segnalano poi dei deficit del corredo enzimatico […]
    Continua..